.vc_custom_1460045021042{margin-top: 35px !important;}.vc_custom_1460045208715{margin-top: -51px !important;}.vc_custom_1485039348025{margin-top: 22px !important;margin-right: -23px !important;margin-left: -30px !important;padding-top: 150px !important;padding-bottom: 50px !important;}
Info

Centro Di Risonanza Magnetica Per Il Polo Scientifico Fiorentino

 

La matrice urbanistica e la necessità di realizzare contenitori per magneti da 900 MHz, aveva indotto il redattore del preliminare ad una soluzione chiusa verso l’esterno, e con aspetto da prefabbricato. Lo studio Marcon  analizza le componenti funzionali, separando i luoghi dei magneti, dagli uffici e luoghi della ricerca, connette inoltre l’edificio con l’esterno con gli spazi pedonali contestualizzandolo e non lasciandolo avulso dal contesto. L’edificio  si presenta severo al progettista, opera quasi conclusa e con un’ossatura ben delineata, con un involucro che chiude l’edificio e non crea comunicazione con l’esterno. L’ultima fase progettuale, che delinea l’attuale assetto dell’opera, si occupa di rivisitare  aspetti relazionali con gli spazi urbani in cui la stessa si inserisce. Le facciate vengono scavate; nasce un dialogo con le piazze urbane che si completano all’interno dell’edificio tramite il loggiato. Il costruito diviene permeabile ai flussi di percorrenza, assume connotati nuovi  e pare avere un atteggiamento diverso con l’intorno. Sulle facciate esterne le aperture vengono ridisegnate e nella corte interna viene rispettato il disegno esistente di infissi a tutta altezza che connotano lo spazio a doppio volume destinato al posizionamento dei magneti. I rivestimenti in blocchi di cls splittato richiamano le superfici in pietra Santafiora dei vicini Dipartimenti di Chimica e vengono adottati nell’ottica di garantire durevolezza e stabilità nel tempo all’immagine dell’opera. La gronda diviene gesto progettuale forte; viene trattato come un elemento di singolare dignità e gli si conferisce un carattere nuovo che individua rispetto al tutto il segno lasciato dall’architetto. L’elemento metallico che corre perimetralmente fa da cornice all’architettura e diviene antesignano e forse suggerimento importante del futuro progetto per il Nuovo Centro di Risonanza che sorgerà dopo poco sul lato opposto del lotto ad opera dello stesso progettista.

  • PROGETTO:  Marcon Architetti
  • LOCALIZZAZIONE: ITALIA, Sesto Fiorentino (FI)
  • COMMITTENZA: Università degli Studi di Firenze
  • TIMING: 1996- 1998
  • SUPERFICIE COSTRUITA: 2.440 mq
  • PRESTAZIONI ESEGUITE:  Progettazione Definitiva ed Esecutiva, Direzione Lavori

 

 

+ Sanità e Centri Ricerca