.vc_custom_1460045021042{margin-top: 35px !important;}.vc_custom_1460045208715{margin-top: -51px !important;}.vc_custom_1483826457779{margin-top: 22px !important;margin-right: -23px !important;margin-left: -30px !important;padding-top: 150px !important;padding-bottom: 50px !important;}
Info

Nuove Aule E Biblioteca Universitaria Per Il Polo Scientifico Fiorentino

 

L’intervento si inserisce nella griglia del piano per il nuovo polo scientifico universitario di Firenze. Il complesso delle Aule si propone come la summa  tra un impianto tradizionale, con corte interna, ed un utilizzo di materiali che pur richiamando un loro impiego storico cuciono sull’edificio una pelle contemporanea, e disegnano forme nuove , pulite, flessibili, coerenti con la vita del complesso. Gli aspetti formali  principali sono dettati  dal Piano di Lottizzazione. Il progetto è fortemente vincolato ad un definito impianto dimensionale e volumetrico, ed è stato sviluppato in una logica che porta in evidenza l’impianto funzionale. L’assetto classico richiama immagini di palazzi signorili che nascono come entità singole e confermano la loro essenza nel tempo mantenendo carattere e significato.  Eppure le facciate si muovono ed escono fuori dagli schemi e dagli allineamenti storici. Le facciate, ad est ed ovest,  sono disegnate con sapiente uso della modularità e con attenzione peculiare alla flessibilità che diventa criterio imprescindibile di progettazione. Flessibilità che dà forma anche alla pianta e rispecchia la caratteristica necessità dell’Università di mutare l’uso degli spazi. L’obiettivo della flessibilità è stato raggiunto creando un edificio nel quale, impostate le invarianti quali connettivo, servizi, dorsali impianti e locali impianti, tutto il resto potesse essere nel tempo rivisto a costi limitati. Gli aspetti della sostenibilità sono stati messi in atto con la regolazione della luce naturale attraverso frangisole, facciate massive con spessori dei muri abbondanti, cura dell’irraggiamento solare sulle finestre e attraverso un sistema di pannelli fotovoltaici  nella corte centrale. Vengono scelti materiali che conferiscono un aspetto quasi consueto, il rivestimento in blocchi di cls splittato ed i ricorsi in laterizio riportano ad un know how territoriale molto forte, e l’accostamento agl’infissi metallici delinea in maniera esatta e misurata l’eleganza del gesto progettuale. I colori caldi  vestono l’edificio di familiarità  e incastonano  il profilo dell’opera in un paesaggio  che sembra ad essa complementare.

  • PROGETTO:  Marcon Architetti
  • LOCALIZZAZIONE: ITALIA, Prato
  • TIMING: 1998-2001
  • COMMITTENZA: CMSA Società Cooperativa, Muratori Sterratori e Affini, Montecatini Terme (PT)
  • SUPERFICIE COSTRUITA: 5.500 mq
  • PRESTAZIONI ESEGUITE:  Progettazione Definitiva ed Esecutiva

 

 

+ Educazione